Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il calciomercato mondiale vale 2,2 miliardi di euro

Quanto vale il calciomercato a livello mondiale? Circa 2,2 miliardi di euro, frutto di 11.500 affari conclusi, per una media di 1,1 milioni versati per ogni trattativa. L'ingaggio medio annuo per ogni giocatore è pari a 185mila euro, mentre agli agenti i club pagano commissioni per quasi 100 milioni .

Il report. Sono alcuni dei dati contenuti nella prima edizione del rapporto annuale "Global Transfer  mercato 2011" della Fifa. Il report è stato realizzato sulla base del Tms, un sistema infoRmatico  utilizzato dal 1° ottobre 2010 da tutte le 208 federazioni della Fifa per assicurare la trasparenza nel mercato e far rispettare le regole Fifa in materia di minori. Dunque, nei trasferimenti del calciomercato in tutto il mondo sono sono stati spesi oltre 3 miliardi di dollari (2,26 miliardi di euro) l'anno scorso, di cui l'82% sotto forma di indennitá di  trasferimento concordato tra i club coinvolti. Mentre il costo medio di ogni trasferimento è stato di 1,5 milioni di dollari (1,1 milioni  di euro), una media complessiva spinta in alto da poche trattative particolarmente ricche, come quelle concluse dal Manchester City o dal PSG. Solo il 14% dei trasferimenti ha implicato una compensazione finanziaria, mentre il restante 86% è avvenuta senza scambio di  denaro.  

Gli ingaggi. Lo stipendio medio annuo per un calciatore professionista è stimato in 244.000 dollari (185mila euro), ma ancora una volta, la media è innalzata da un piccolo numero di "lavoratori" con ingaggi elevatissimi. La metá dei calciatori professionisti, infatti, guadagna meno di 43mila dollari (32mila euro).

Acquisti e prestiti. Solo il 10% di tutti i trasferimenti conclusi nel 2011 sono  stati costituiti da un accordo tra due club per un trasferimento  definitivo, con circa 1100 operazioni effettuate. I prestiti hanno rappresentato il 12% delle offerte di trasferimento, con i giocatori  'restituitì che costituiscono l'8%. Mentre la stragrande maggioranza dei giocatori, il 70% era in scadenza di contratto. Più della metá di questi erano giocatori il cui contratto era scaduto, mentre il 30% aveva avuto i loro contratti interrotti in anticipo e il restante 15 era stato registrato in precedenza come
dilettante.

I giocatori. L'etá media dei giocatori trasferiti nel 2011 è di 23 anni. La metá dei giocatori trasferiti a livello internazionale aveva un'etá compresa tra i 22 ed i 27 anni. Il giocatore più anziano trasferito ha un'etá di 46 anni, mentre i giocatori sotto i 18 anni rappresentano solo l'1% di tutti i trasferimenti internazionali nel corso dell'anno. Il 20% dei trasferimenti ha visto coinvolti giocatori brasiliani e argentini. I brasiliani hanno inciso per il 13%, che è l'equivalente di oltre 1.500 transazioni. Oltre al Brasile, altri tre paesi sudamericani appaiono tra le prime dieci nazioni rappresentate. Tra queste ci sono l'Argentina, l'Uruguay e la Colombia. I giocatori francesi sono stati i più richiesti in Europa, mentre nel continente africano, i nigeriani sono stati coinvolti nel  maggior numero di trasferimenti internazionali (3%). 

Commissioni agli agenti.  La metá di tutte le attivitá di trasferimento nel 2011 sono state ripartite su appena 24 federazioni delle 208 totali, con le prime cinque che rappresentano da sole il 18% del totale. È di 130 milioni di dollari  (98 milioni di euro) l'importo totale delle commissioni per gli agenti. Una cifra che riflette però solo le commissioni pagata dai  club agli agenti, e non sono comprese quelle pagate dai giocatori ai  loro procuratori. La media della commissione è stata di 240.000 dollari (185 milaeuro) contro un valore di trasferimento medio di 1,5 milioni di dollari (1,1 milioni di euro). Nel 2011 sono inoltre 13.000 i trasferimenti internazionali che hanno visti coinvolti dei minori e solo l'1% erano professionisti. Il 45% era relativo a giocatori tra 16 e 17 anni.