Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In Premier (+70%) e Bundesliga (+52) volano i diritti tv, Serie A al palo (+6%)

La distanza fra Italia, Inghilterra e Germania è destinata a non colmarsi come testimonia l’andamento dei contratti tv, la principale voce di entrate per il calcio europeo. La serie A, nonostante la perdurante caduta di prestigio, ha da poco stipulato i nuovi accordi grazie ai quali incasserà, fra il 2012 e il 2015, un miliardo a stagione (in aumento rispetto agli attuali 940), con un incremento di 60 milioni (+6%).

Dalla stagione 2013-2014, al contrario, la Premier League incasserà per i diritti tv venduti in Gran Bretagna un miliardo di sterline all’anno (per il triennio fanno circa tre miliardi e mezzo di euro), con un incremento del 70% rispetto al contratto che scade alla fine del prossimo torneo (e che valeva sull’intero triennio 1 miliardo e 800 milioni di sterline). Come nel triennio precedente si è aggiudicata i diritti BSkyB, la televisione privata di cui Rupert Murdoch ha una "solida" quota di minoranza, mentre una piccola parte di gare sarà trasmessa dalla British Telecom che utilizzerà un nuovo canale interattivo di sport, il web e gli smart phone. Il numero totale dei match trasmessi salirà da 138 a 154, per un valore per singola telecronaca di 7 milioni e mezzo di euro. A queste somme dovranno aggiungersi i diritti tv "internazionali", che già oggi valgono oltre il 30% di quelli interni. Sky pagherà 2,3 miliardi di sterline per 116 partite a stagione, circa 1 miliardo di sterline più di quanto paga attualmente per 115 partite. BT pagherà 738 milioni di sterline per appena 38 partite a stagione.

Un consistente incremento dei diritti tv è stato conquistato anche dalle Bundesliga. Sky ha acquistato i diritti tv per il calcio tedesco hanno raggiunto la cifra record di 4,15 miliardi di euro per le quattro stagioni dal 2013 al 2017. In particolare, Sky verserá 2,5 miliardi per trasmettere i match della Bundesliga e 1,65 miliardi per quelli del campionato di seconda divisione. Sky Deutschland si è aggiudicata la gara per i diritti televisivi battendo Deutsche Telekom. La competizione con il colosso tedesco delle telecomunicazioni ha fatto lievitare il prezzo dei diritti, portandoli a una media annua di 628 milioni di euro, un aumento del 52% rispetto alla media pagata, sempre da Sky Deutschland, dal 2009 al 2012.

La Ligue 1 transalpina poco tempo fa ha siglato un accordo al ribasso (da 668 a 606 milioni) grazie, manco a dirlo, all’intervento di Al Jazeera, tv qatariota che sta accompagnando la cavalcata del Psg e che potrebbe presto far salire gli emolumenti del calcio francese, che si avvia a superare il gap con la serie A (500 milioni a stagione) puntando sulla leva degli stadi (4 in costruzione, 5 in ristrutturazione) per Euro 2016.

  • agostino ghiglione |

    Venerdì sera avevo programmato di vedere Borussia D.-Werder Brema.Niente da fare.E così anche il giorno dopo le altre partite della Bundesliga.Allora lunedì ho preso il telefono e ho chiesto spiegazioni perchè quando avevo sottoscritto l’abbonamento era compresa la Bundesliga.Mi hanno detto che quest’anno non sarà trasmessa;penso per mancanza di accordi.Disdetta immediata dell’abbonamento perchè non si trattano così i propri abbonati.Meno commenti e più spazio agli eventi “live” dovrebbe essere la filosofia di una TV pay per view.
    Inoltre la gentile voce mi comunica che anche per la Liga non ci sono ancora accordi sottoscritti.Poco male dico io quello è un campionato giocato da due squadre non vale la pena comprarlo.Intanto la Ligue 1 è gratis!
    Ha avuto ragione la titolare del pub inglese che con una carta greca faceva vedere gli eventi nel suo locale e quindi penso che ci dovremmo attrezzare anche noi per vedere quello vogliamo.Pacchetti individuali cercasi.Inoltre che si ripristino le tre modalità di ascolto:italiano-originale-altra.Quest’ultima con solo l’effetto stadio la migliore.Si evita che Marianella parli mentre si sentono le note di “You’ll never walk alone” dall’Anfield Road di Liverpool.Un sacrilegio!

  • luca |

    Quindi anche la Bundesliga sarà trasmessa da Sky Sport ?!

  • agostino ghiglione |

    Allora per la Premier League mi sembra confermato che “live” sono solo il 40% delle partite(154 su 380)e che ai ricavi per 7,5mio di Euro a partita si debbano aggiungere quelli per le trasmissioni all’estero.Ecco spiegato,parzialmente,perchè gli stadi sono sempre pieni.La Bundesliga mi sembra abbia il 50% di partite “live” ed anche lì gli stadi sono pieni.
    Solo da noi si è garantita la trasmissione “live” di tutte le partite per cui gli stadi si svuotano,si cerca di distribuire le partite con anticipi,posticipi e “brunch” domenicale senza avere la zona restaurant negli stadi.Per ora. Allora impietoso mi sembra il confronto economico alla luce degli eventi “live” proposti.Ne verrebbe che il ricavato per partita sarebbe un terzo di quello della Premier.Ma così non è perchè poi ci sono le diversificazioni per blasone,bacino d’utenza ecc.Cioè il “manuale Cencelli” applicato al Calcio.
    Ha ragione De Laurentis a dire che il Calcio è praticamente fallito.Lui si batte come un leone ma mi sembra destinato a perdere.D’altronde quest’anno non si è fatto accompagnare da Peppone e Don Camillo(Sindaco e Cardinale)e gli effetti si sono già visti…

  • agostino ghiglione |

    Un chiarimento.E’stato rivisto il numero di partite visibili “on line” in Inghilterra e in “Bundesliga”?.Sino ad ieri non superavano il 50% se ricordo bene.Mentre in Italia la copertura,purtroppo, è totale!
    La Ligue 1 in Italia è trasmessa ” a gratis” da una rete privata (Sportitalia)

  Post Precedente
Post Successivo