Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ganso al San Paolo, ma per il 68% ora è di proprietà del Gruppo Sonda

Ganso è un giocatore del San Paolo ed entro le prossime 24 ore sosterrà le visite mediche per il suo nuovo club. Secondo quanto scrive l'edizione online del quotidiano sportivo brasiliano Lance, il club paulista ha finalmente depositato i 24 milioni di reais (circa 9 milioni di euro) della clausola rescissoria per altre società brasiliane che il Santos aveva fatto inserire nel suo contratto con il giocatore. Il San Paolo ha così acquistato il 45% del cartellino del calciatore che ancora apparteneva al Santos. Il resto apparteneva agli investitori del Gruppo Sonda, che ora hanno aumentato la loro 'compartecipazionè in Ganso, visto che al San Paolo rimarrà in mano solo il 32% dei diritti sul numero 10.

Infatti la Dis, braccio sportivo del Gruppo Sonda ha dato al club che gioca al Morumbi 7,5 milioni di reais (circa 3 milioni di euro) senza i quali la clausola non sarebbe stata pagata, e ha quindi portato al 68% la sua percentuale sul cartellino dell'ormai ex giocatore del Santos. Questa sembra essere ormai la nuova frontiera del calcio sudamericano, a cui la Uefa sta valutando di dichairare guerra. Risorse economiche permettendo.

Tags:
  • Ghost Dog |

    Dopo l’articolo di A.Duff su Bloomberg (http://bloom.bg/V9kliY) mi aspetto, in Italia, che sia Il Sole 24ORE ad indagare sul caso delle triangolazioni (Argentina, Brasile, Uruguay… Europa) già ripreso in minima parte da altre testate italiane.
    Ed in Europa bisognerebbe indagare su J.Mendes (la sua Gestifute ed il Doyen Group; altro che famigerata Gea) e relative connessioni con J.Mourinho, Real Madrid e Porto (il pres. Da Costa).

  Post Precedente
Post Successivo