Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Suarez, il morso a Chiellini costa caro: 4 mesi di squalifica e sponsor milionari in fuga

Il morso di Luis Suarez ai danni di Giorgio Chiellini nella sfida vinta dall’Uruguay contro l’Italia può costare caro alla stella della Celeste e del Liverpool, non solo in termini sportivi e disciplinari. La Fifa ha già deciso di punire l’attaccante del Liverpool con una pena esemplare: già recidivo (7 giornate di squalifica in Eredivisie e 10 giornate in Premier League per situazioni identiche), Suarez si ritroverà a scontare uno stop di 9 turni in campo internazionale, oltre a quattro mesi di squalifica da qualunque attività calcistica, ma a questo va aggiunto il problema legato agli sponsor.
Adidas e 888 le prime a farsi avanti. L’attaccante uruguaiano potrebbe perdere una cifra milionaria a causa del suo gesto antisportivo e della conseguente fuga da parte degli sponsor. La prima a prendere parte in questa vicenda è stata Adidas, che in un comunicato ha affermato di voler prendere provvedimenti al termine dell’indagine condotta dalla Fifa per le vicende legate ad Uruguay-Italia. Sollecitata da alcuni followers su Twitter, è arrivata anche la risposta di 888poker.com, che con Suarez aveva siglato un accordo poco più di un mese prima dell’inizio del Mondiale: “A seguito delle recenti accuse rivolte contro Luis Suarez, stiamo rivedendo la nostra cooperazione. Non tollereremo comportamenti antisportivi”, recita il tweet del noto casino online.
Rischio di perdite milionarie per Suarez. I rischi per Suarez, come già detto, sono di veder sfumare contratti per cifre superiori al milione di euro. L’accordo di sponsorizzazione con Adidas è stato rinnovato nel 2012 per una cifra di 1,2 milioni di euro annui, dopo aver trattato con Warrior, che nel frattempo era diventato sponsor tecnico del Liverpool, squadra in cui milita. Con 888poker.com, invece, l’affare è stato siglato da poco: per l’attaccante uruguaiano è previsto un ruolo da “ambasciatore mondiale” del sito di poker online. A queste due sponsorizzazioni, va aggiunta anche quella di Beats, che annovera Suarez nella sua lunga schiera di calciatori ed altri sportivi.
Il precedente del 2013 con Ivanovic. Il rischio di perdere i propri sponsor stavolta è alto: negli anni passati, le controversie legate al comportamento in campo di Suarez hanno fatto pensare ad un allontanamento di Adidas, che invece ha mostrato fiducia nel potenziale di marketing del giocatore proponendogli un nuovo contratto. Poco più di un anno fa, quando a scatenare la bufera intorno all’attaccante era stato un altro morso, stavolta ai danni di Ivanovic del Chelsea, la nota casa di abbigliamento sportivo si è limitata ad ammonire il suo testimonial: “Gli ricorderemo gli standard che ci aspettiamo dai nostri giocatori. Luis ha ammesso di aver compiuto un’azione inaccettabile e appoggiamo il modo in cui il Liverpool sta trattando questa situazione”. Un anno dopo, Suarez ci ricasca. Stavolta però un avvertimento potrebbe non bastare.
  • agostino ghiglione |

    Sembra che il “de cuius” stia per essere ceduto al Barcellona per quasi 90 mio di Euro.Un grande campione dal carattere impossibile al contrario di Balotelli che ha un carattere impossibile ma non è neanche un campione.Uno che pensa che il calcio sia uno sport individuale e non di squadra.Mi ricorda il Colonnello Gheddafi che da giovane sfidava a calcio i suoi colleghi dell’esercito in partite 1 (uno) contro 11 (undici).E vinceva sempre lui.Impara Balotelli,diventa Gheddafi e qualcuno ti difenderà.!

  Post Precedente
Post Successivo