Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Fair Play Finanziario: la Uefa alleggerisce le sanzioni per Manchester City e Paris Saint-Germain, ma chiede altri progressi

Buone notizie per Manchester City e Paris Saint-Germain. I due club, puniti dalla Uefa lo scorso anno per non aver rispettato i parametri relativi al fair play finanziario, vedranno alleggerite le sanzioni a loro carico. La motivazione sta nell’aver dimostrato “il raggiungimento di alcuni obiettivi”, ma ciò non toglierà le due società da sotto la lente d’ingrandimento della Uefa, che ha infatti precisato di aspettarsi ulteriori risultati economici positivi per non incorrere in sanzioni nel 2016. Le limitazioni per il 2015 prevedevano una perdita non maggiore a 30 milioni di euro per il Paris Saint-Germain, mentre per il Manchester City doveva scendere sotto i dieci milioni. Per entrambe, oltre ai venti milioni di multa già comminati, era prevista una sanzione da quaranta milioni a testa. Entrambi i club hanno comunque deciso di non aumentare il loro monte ingaggi fino all’inizio della stagione calcistica 2016/17.

  • agostino ghiglione |

    A me sembra che le maglie si stiano allargando un pò troppo.Va bene che i club non devono essere strozzati se mostrano le tendenze giuste e gli investimenti appropriati con il contenimento delle spese.Ma rivedere le sanzioni in corso d’opera e applicare per i patteggiamenti avvenuti a Nyon (Inter e Roma in Italia ed altri club esteri)il congelamento di consistenti pene pecuniarie mi sembra l’anticamera dell’annacquamento delle norme che nei primi 3 anni di applicazione prevedevano lo sforamento max di 45 mio nel triennio.Non a caso si aprirà il caso Arda Turan acquistato dal Barcellona in periodo di mercato a lui non consentito che sembra abbia il record di clausole di salvaguardia! Molto meglio,in questo caso, deliberare che solo vendendo si possano fare acquisti con compensazione dei valori.

  Post Precedente
Post Successivo