Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Manchester United, l’anno senza Champions si chiude col segno meno: ricavi in calo di 52 milioni, ma nel 2016 è previsto il record

La mancata partecipazione all’ultima edizione della Champions League è costata al Manchester United un calo dei ricavi pari a 38 milioni di sterline, ovvero 52 milioni di euro. Un calo dell’8,8% nell’esercizio chiuso nello scorso giugno con un valore della produzione sceso a quota 542,7 milioni di euro. Il club inglese ha inoltre chiuso l’esercizio con un risultato netto negativo di 1,2 milioni di sterline, pari a 1,65 milioni di euro, ritrovando così il segno meno dopo l’utile da circa 33 milioni di euro (24 milioni di sterline) registrato nel bilancio chiuso a giugno 2014.

Il crollo dovuto all’assenza dall’Europa che conta è stato ammortizzato dal nuovo record per ciò che riguarda i ricavi da sponsorizzazioni, in crescita del 14,1% a circa 212,7 milioni di euro totali. Un record destinato ad essere infranto al termine della stagione 2015/16, quando il Manchester United potrà godere dei primi frutti della doppia sponsorizzazione Adidas-Chevrolet. Un accordo che, insieme al ritorno in Champions League, potrebbe rendere lo United il primo club inglese a sorpassare la soglia dei 500 milioni di sterline di ricavi annuali (687 milioni di euro circa).

La stagione del ritorno in Champions League, seppur attraverso i preliminari, non è coincisa però con il ritorno alle vittorie per i Red Devils. Per il secondo anno, infatti, la bacheca del club di Old Trafford non ha visto nuovi trofei aggiungersi alla ben ampia collezione, con effetti anche su pubblico e guadagni televisivi. I ricavi dal botteghino sono diminuiti del 16%, attestandosi a 90,6 milioni di sterline, pari a circa 124,4 milioni di euro, mentre i proventi dalla ripartizione dei diritti televisivi sono diminuiti di un quinto e ammontano a poco meno di 148 milioni di euro, a fronte dei 186,5 milioni messi a bilancio nel giugno 2014.

Nonostante il risultato negativo, in casa Manchester United si guarda con fiducia all’immediato futuro. “Siamo entusiasti della nostra posizione di forza – ha dichiarato il vice presidente Ed Woodward – sia in campo che fuori. Nelle scorse settimane abbiamo rinforzato la nostra squadra e abbiamo assistito ad un lancio impressionante della nostra partnership con Adidas”.