Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Calciomercato di gennaio: le Big 5 spendono meno e la Cina incalza la Premier League

Il 2016 ha segnato un trend negativo nella spesa sul mercato di gennaio da parte delle squadre dei cinque principali campionati europei. I club inglesi, spagnoli, italiani, tedeschi e francesi di massima serie hanno infatti messo sul mercato una cifra di poco inferiore ai 314 milioni di euro, contro i 396 milioni spesi nel mercato invernale della passata stagione. È quanto si evince dall’annuale Big 5 Transfer Window Analysis, il report invernale pubblicato da Fifa TMS. Il passo indietro generale compiuto dai club europei, però, non ha colpito le medio-piccole della Premier League: sono infatti loro a dominare la scena sul mercato, ma non solo. Protagonisti assoluti anche gli intermediari, con le commissioni per i trasferimenti che segnano un nuovo record per il calcio del vecchio continente, a dispetto di un giro d’affari minore rispetto al 2015.

Gli investimenti sul mercato invernale dei 98 club appartenenti alle “Big 5” valgono da soli il 59% del giro d’affari mondiale, che si aggira attorno ai 535 milioni di euro. La Premier League si conferma il campionato col maggior numero di trasferimenti in entrata (118 a gennaio, in calo del 9%), incalzata dalla Liga con i suoi 114 nuovi acquisti (+41% rispetto a gennaio 2015). Chi ha dato un taglio ai nuovi arrivi è la Serie A: 76 affari in entrata per un totale di 23 milioni di euro, che fanno del campionato italiano il più “parsimonioso” tra i giganti d’Europa in questa sessione invernale.

Con una deadline ancora da raggiungere, i club cinesi si stanno già imponendo sul mercato internazionale con un evidente aumento della spesa, come si legge nelle pagine del report pubblicato da Fifa TMS. Favoriti anche dall’inizio della stagione calcistica a marzo, i club della Chinese Super League hanno intensificato la loro attività sul mercato nelle ultime settimane. Eppure è da almeno due anni che la spesa cinese ha variato di fatto le gerarchie del mercato mondiale, trascinando l’intera federazione asiatica davanti alla Conmebol come seconda forza in termini di acquisti. Alla chiusura della campagna acquisti, prevista per il 26 febbraio, è facile aspettarsi una Cina in piena corsa come unica contender della Premier League in questa classifica di spesa nel mercato invernale.