Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Spagna, l’antitrust chiede limitazioni per i diritti tv a partire dal 2019

L’Antitrust spagnola (Comision nacional de los mercados y la competencia) ha richiesto alla LFP alcune limitazioni per le pay tv nell’acquisto dei diritti audiovisivi per la Liga e la Copa del Rey a partire dal 2019. Al termine della passata stagione, la LFP ha ceduto i diritti audiovisivi per il triennio 2016-2019, senza che fossero aggiudicati i diritti per le tv libere riguardanti alla Liga e alla Copa, oltre che un lotto sulle partite in esclusiva a pagamento. Questo perché “il prezzo di riserva individuale di ogni lotto non è stato raggiunto dai candidati”, stando a quanto spiegato dalla stessa LFP. I lotti rimasti pendenti sono cinque: il primo riguarda la trasmissione libera delle partite della Liga non selezionate da Movistar, il secondo le partite della Copa, il terzo la trasmissione libera e in esclusiva delle sintesi, il quarto la trasmissione libera di un massimo di sei partite della Segunda, il quinto la trasmissione on demand in esclusiva a pagamento delle partite. Secondo la CNMC, bisogna riformulare l’esclusiva a cui si fa riferimento in quest’ultimo lotto, per adattarla ai diritti televisivi dell’anno precedente. Inoltre vengono reiterate alcune osservazioni già realizzate prima dell’asta, tra cui le obiezioni sul già citato “prezzo di riserva” per ogni lotto.

  • IL GRIILO PARLANTE |

    Ma di cosa cazzo parlate del bussines di sta cippa questo e solo accattonagio calcistico ma chi cazzo se la compra a 3euro una parita di lega pro ma per favore solo ridicoli

  Post Precedente
Post Successivo