Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’Inter passa a Suning Holdings Group (68,55%): operazione da oltre 700 milioni

2016-06-06T083923Z_707015851_S1AETIHVDBAA_RTRMADP_3_SOCCER-INTER-MILAN-SUNING-kKLI--687x458@Gazzetta-Web_mediagallery-page

L’era dell’Inter cinese è cominciata oggi ed è coincisa con l’addio di Massimo Moratti. A Nanchino il patron nerazzurro del Triplete non c’era. Tecnicamente Moratti aveva già venduto la sua quota del 29,5% a Erick Thohir, il quale a sua volta ha ceduto al Suning, colosso dell’elettronica e dell’e-commerce, il 68,55%. “Acquisire l’Inter fa parte della strategia di crescita del gruppo Suning nel calcio – ha detto il presidente Zhang Jindong -. Stiamo lavorando per espanderci anche in quest’area e per questo ringraziamo Thohir e  anche Moratti per averci coinvolti. Il calcio e l’Inter rappresentano una porta per espandere Suning nel mondo. Dobbiamo riportare l’Inter al vertice del calcio mondiale”. Come chiarito dal comunicato stampa del club nerazzurro: “Suning Holdings Group acquisirà la maggioranza del gruppo, mentre International Sports Capital sarà azionista di minoranza unico con Erick Thohir che continuerà alla guida del club come presidente”. L’imprenditore indonesiano rimarrà proprietario del 31% e manterrà la carica fino a quando non si completerà l’acquisizione di Suning del 100% delle quote (lo 0,45% resta ai piccoli azionisti).

Dal punto di vista finanziario l’operazione, tra valorizzazione delle quote e parte di debito che Suning dovrà onorare, ha superato le prime indiscrezioni, attestandosi sui 600 milioni. In pratica Suning ha versato a Thohir 270 milioni (una parte dei quali dovranno essere corrisposti a Massimo Moratti). Cifra che porta a una quotazione del 100% dell’Inter, al netto dei debiti, intorno ai 380 milioni. A queste somme vanno infatti aggiunti i debiti, vale a dire i 220 milioni del prestito contratto con Goldman Sachs e i 110 milioni “prestati” da Thohir all’Inter nel corso della sua presidenza. Si tratta dunque di un impegno da parte di Suning, che ha un fatturato annuo di 15 miliardi di dollari, superiore ai 7o0 milioni (quando rileverà le altre quote del 31% di Thohir).
In pratica, rispetto all’acquisto di tre anni fa, la valutazione del club è raddoppiata. Thohir prese il 70% del club per 250 milioni (75 più i debiti per 180 milioni) con una valutazione complessiva del 100% delle quote intorno ai 350 milioni. Il tycoon indonesiano in altri termini è stato molto più bravo a comprare e a vendere che a gestire l’Inter.
  • luigi borrelli |

    circola voce che però sia tutta un operazione a debito e che il club abbia un incremento debitorio di 100 mln €?

  • agostino ghiglione |

    Caro Marco e carissimi tutti,
    appartengo alla generazione che per “valore” intende una “opinione di prezzo” mentre assegna al “prezzo” il vero valore del bene scambiato.Quindi al momento non sono in grado di dire a quale prezzo è stata venduta l’Inter in quanto mancano tutti dettagli della operazione:da quanto ha incassato Moratti da Tohir,da quanto è valutata la quota del 31% rimasta in mano a Tohir e se l’operazione prevede l’anticipata risoluzione del prestito di 220 mio fatto da GS e Unicredit che comporta il pagamento di 4 mio a trimestre più interessi e maxi rata finale a giugno 2019 di 184 mio;come Marco ci ha ben raccontato in tutti questi anni.Cordialità a tutti.

  • Alberto |

    In pratica, Inter e Milan vendono debiti, più che altro…

  • Marco Bellinazzo |

    Anche se una parte dei 270 milioni servirà per un aumento di capitale e non andrà ai due venditori non cambia lo spettro di valutazione del club. Diciamo che il valore potrebbe essere più basso dei 700 milioni dando un prezzo nettamente inferiore al residuo 31% di thohir. Ma 500 milioni mi sembrano davvero pochi.

  • Lorenzo |

    Buongiorno Marco,
    spulciando su internet ho trovato questo articolo di John Stock (Calcio & Finanza) in cui in dice (citando tralaltro anche dei suoi colleghi del Sole24Ore) che in veritá i 270 milioni di euro versati da Suning non sono tutti per rilevare le quote ma anche per ripianare debiti e fare un aumento di capitale. Di conseguenza Stock valuta l’Inter sui €500 milioni.
    Alla luce di tutto questo, quanto é stata effettivamente valutata l’Inter? €500 o €700 milioni? Grazie
    http://www.calcioefinanza.it/2016/06/07/quanto-vale-l-inter-e-quanto-incassano-thohir-e-moratti-da-suning/

  Post Precedente
Post Successivo