Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Juventus: bilancio 2016 all’esame dell’assemblea, utile a 4 milioni, fatturato verso i 400 milioni e costo della rosa a 265

Juventus-J-Village-350-assunzioni-entro-il-2017

L’assemblea bianconera è convocata oggi per ratificare il secondo bilancio in utile consecutivo. Al 30 giugno 2016 il club presieduto da Andrea Agnelli ha conseguito un utile 4 milioni rispetto ai 2,3 milioni del 2015. Il fatturato totale è salito alla quota record per il calcio italiano di 387,9 milioni (341,5 milioni, escluse le plusvalenze, tra cui quella per la cessione di Vidal al Bayern per 31 milioni e quella per la vendita di  Ogbonna al West Ham U1,4 milioni). I ricavi da stadio sono scesi da 51,4 (con il raggiungimento della finale in Champions) a 43,7 milioni, i diritti tv da 197,2 a 194,9 milioni, le sponsorizzazioni sono salite da 53,2 a 70 milioni, grazie all’incremento del contratto con il main sponsor Fca Italy che ha versano 20 milioni contro i 14,3 milioni del 2015 e ai 18,8 milioni del 2014, all’accordo con Adidas e alla scelta di gestire in proprio il merchandising (che ha prodotto entrate per 13,5 milioni). Il costo totale del personale è salito da 198,4 a 221,5 milioni. Gli ammortamenti dei cartellini sono saliti da 58 a 67 milioni, portando il costo complessivo della rosa a 265 milioni (considerando i 198 milioni di ingaggi per il solo personale tesserato).

Per quanto riguarda il progetto Continassa il 30 giugno 2015 la Juve ha apportato al Fondo J Village la titolarità dei diritti di superficie della Continassa. A luglio 2015 Accademia SGR ha dato avvio all’operatività del Fondo Immobiliare “J Village” e ha raccolto impegni di investimento per 58,8 milioni ottenendo un finanziamento da UBI Banca e Unicredit  per complessivi massimi 64,5 milioni. L’apporto della Juve è stato valutato per 24,1 milioni con un provento netto di circa 10,3 milioni sull’esercizio 2015/2016.  La Città di Torino ha già rilasciato i permessi a costruire relativi alle opere di urbanizzazione, alla Scuola Internazionale, all’Hotel e al nuovo Training and Media Center della Prima Squadra. Il progetto comprende anche le realizzazioni della nuova sede sociale e di un immobile che accoglierà attività commerciali e di intrattenimento innovativo (Concept Store). A a partire dai primi mesi dell’esercizio 2015/2016 sono iniziati i lavori e la consegna delle prime opere è prevista entro l’inizio dell’estate del 2017. L’11 aprile 2016, la  Juventus ha ottenuto un finanziamento di 10 milioni dall’Istituto per il Credito Sportivo per l’ulteriore sviluppo dell’area dello Juventus Stadium.

I debiti finanziari netti sono saliti in 12 mesi da 188,9 a 199,4 milioni. Il cda prevede anche per l’esercizio 2016/17 “un risultato economico positivo”, sulla scia della cessione di Paul Pogba al Manchester United per 105 milioni di euro che ha garantito una plusvalenza di 72,6 milioni, al netto della mega commissione incassata da Mino Raiola per circa 24 milioni e di altri oneri come il contributo di solidarietà per 0,7 milioni (il valore iscritto in bilancio del centrocampista francese era di 4,7 milioni).  Nella campagna trasferimenti estiva la Juve ha effettuato acquisizioni per 156,2 milioni e plusvalenze per 115,6 milioni, con un “impegno finanziario netto complessivo pari a 45,4 milioni”.