Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Serie B, Empoli e Chievo si oppongono al “contributo di solidarietà”

Empoli e Chievo si sono rivolte al Collegio di garanzia dello sport del Coni per “la declaratoria dell’illegittimità della pretesa della Lega Nazionale Professionisti Serie B di obbligare le società ricorrenti […] a provvedere al pagamento del Contributo solidaristico a carico delle neo retrocesse in serie B”. Il contributo in questione è stato introdotto un anno fa (con i voti contrari delle tre retrocesse di allora, ovvero Verona, Crotone e Benevento) e prevede la cessione del 20% del paracadute da parte delle tre società che nella stagione precedente militavano in Serie A. La somma va poi redistribuita in parti uguali tra le altre società del torneo cadetto.

Da parte dei due club retrocessi in Serie B, la richiesta avanzata al Collegio di garanzia dello sport è di dichiarare l’illegittimità di tale pretesa e “di nullità, annullamento e/o inefficacia, ed in ogni caso per la privazione di effetti, di quanto previsto dal Capo I, art. 3, e dal Capo II, art. 7, del Codice di Autoregolamentazione LNP Serie B, delle relative deliberazioni che hanno introdotto dette previsioni, nonché di tutti gli atti e provvedimenti alla stessa antecedenti e/o conseguenti, presupposti, collegati e/o consequenziali, anche ove non conosciuti dalle società ricorrenti”.

  • agostino ghiglione |

    Si è voluto separare anni fa la Serie A dalla Serie B.Con due Leghe differenti.Non vedo cosa possano pretendere le altre Società di Serie B su un diritto che nella piena facoltà delle squadre retrocesse come Empoli e Chievo. In quanto rinvenienti da accordi pregressi.Ricordando Flaiano per l’Italiano la strada più breve che unisce due punti è l’arzigogolo.Questa volta sarà la retta.Come deve essere.

  Post Precedente
Post Successivo