Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Bundesliga, approvato il nuovo piano di distribuzione dei diritti tv fino al 2025

Il comitato esecutivo della Federcalcio tedesca (Dfl) ha approvato all’unanimità una risoluzione in merito alla distribuzione dei ricavi media per le stagioni dalla 2021/22 alla 2024/25. Alla luce di una diminuzione dei proventi per quanto riguarda i diritti media in lingua tedesca, di un consolidamento sul mercato internazionale e di perdite sostanziali a livello di club per la pandemia di Covid-19, il sistema di distribuzione è stato riformato in modo di garantire stabilità nelle prossime stagioni ed è stato presentato ai club di Bundesliga e 2. Liga in un’assemblea virtuale.

In media, nelle stagioni che vanno dal 2021 al 2025, la vendita dei ricavi televisivi locali porterà nelle casse dei club tedeschi 1,1 miliardi di euro all’anno e il comitato esecutivo della Dfl ha concordato un piano di distribuzione su due piani, basati su quattro pilastri: distribuzione equa, risultati, sviluppo dei giovani e interesse. Rispetto al sistema attuale, nelle prime due stagioni verra distribuita equamente una somma addizionale stimata in circa 75 milioni di euro. Ciò significa che nei primi due anni del nuovo sistema, 580 milioni di euro a stagione verranno redistribuiti in parti uguali. Ciò significa il 53% del totale dei proventi televisivi nazionali, mentre nelle successive due stagioni la quota scenderà al 50%.

Nella seconda fase di questo modello, verrà dato più peso all’utilizzo dei giovani e all’interesse da parte dei media partner. Si stima che una somma addizionale di 180 milioni di euro sarà disponibile dai ricavi relativi al marketing nazionale, rispetto a quello delle stagioni 2021/22 e 2022/23. Per lo sviluppo dei giovani, si prenderà in considerazione non sono il minutaggio, ma anche la loro presenza in allenamento. In media, nelle ultime due stagioni di questo piano, verranno distribuiti 47,5 milioni per lo sviluppo dei giovani, contro i 23 milioni a stagioni previsti in media dal 2017/18 al 2020/21. Circa 22 milioni a stagione, invece, riguarderanno il criterio relativo all’interesse mediatico per i primi due anni, aumentati a 36 milioni per le successive due stagioni. I parametri verranno determinati da una ricerca di marketing effettuata da Allensbach Media Market Analysis .

Con questo nuovo sistema di distribuzione, verranno adottate nuove misure anche in merito ai ricavi internazionali (attualmente stimati in 180 milioni per la stagione 2021/22). Il 35% dei ricavi verrà distribuito in parti uguali tra i 18 club di Bundesliga, un ulteriore 50% verrà distribuito in base alle performance internazionali nei precedenti cinque anni e il restante 15% riguarderà la partecipazione alle competizioni Uefa per club nei precedenti dieci anni, a partire dalle fasi a gironi. Per quanto riguarda la Bundesliga 2, infine, è prevista una quota fissa dei ricavi internazionali: 4% nel 2021/22 e 2022/23, 3% nel 2023/24 e 2024/25.