Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Inghilterra, il Wimbledon lancia gli abbonamenti per 25 anni

Abbonamenti a lunga scadenza per finanziare la ristrutturazione dello stadio. L’Afc Wimbledon, squadra inglese militante in Football League One (la terza serie britannica), ha deciso di lanciare un’iniziativa inedita per cercare di trovare fondi e fronteggiare la crisi causata dal Covid-19. Per chi vorrà sottoscrivere un abbonamento, sarà possibile farlo per le prossime 25 stagioni. Dopo un anno e mezzo con gli spalti chiusi al pubblico, la dirigenza del club londinese vuole scommettere sulla volontà dei tifosi di tornare a riempire uno stadio per il quale è ancora necessario un prestito. Il nuovo Plough Lane è stato inaugurato nel novembre 2020 (le prime gare stagionali sono state disputate al Loftus Road) e la società chiede aiuto ai propri sostenitori.

Sul proprio sito ufficiale, il Wimbledon ha pubblicato una lettera rivolta ai tifosi: “Non c’è dubbio che siamo tornati a Plough Lane perché avete contribuito a raccogliere i fondi di cui avevamo bisogno per costruire il nostro nuovo stadio da 33 milioni di sterline. La campagna di crowdfunding Plough Lane Bond and Seedrs è stata un successo stimolante e sono arrivate entrate vitali anche dalla vendita di Kingsmeadow”, ovvero lo stadio dove ha giocato in precedenza le proprie partite casalinghe. “Come ricorderete – prosegue la lettera – dovevamo ancora richiedere un prestito ponte di 4,1 milioni di sterline da Msp Capital per garantire che il nostro nuovo stadio sarebbe stato completato. In poche parole, quel prestito è il motivo per cui abbiamo lanciato gli abbonamenti per 25 anni”.

I tagliandi pluriennali saranno in vendita a partire da oggi, sul sistema di online ticketing del Wimbledon, ma non sono ancora stati resi pubblici i prezzi. Semplicemente, verrà moltiplicato per 25 il prezzo intero dell’abbonamento per ogni settore, col 5% di sconto per chi ha acquistato i bond emessi dal club. Il Wimbledon ha inoltre spiegato che non sarà possibile avere abbonamenti da 5 o 10 anni con possibilità di rinnovo, perché in questo modo raccoglierebbero meno fondi. Non sarà inoltre possibile acquistare gli abbonamenti con i soldi utilizzati per finanziare il Plough Lane Bond, dato che quanto raccolto dalle obbligazioni è già servito per la costruzione dello stadio. Il ricavato della campagna abbonamenti verrà invece utilizzato per rimborsare il prestito ponte da 4,1 milioni.

“Il prestito provvisorio ha come garanzia Plough Lane e dobbiamo rimborsarlo entro il prossimo aprile”, ha dichiarato David Rey, presidente del comitato finanziario Dons Trust. “Gli abbonamenti per 25 anni – prosegue – sono la migliore via potenziale per rifinanziare un prestito molto costoso, senza mettere a repentaglio la proprietà del club e dello stadio. Francamente, sono la migliore opzione per noi in questo momento. Se il programma dovesse avere successo, darebbe al club una solida base finanziaria su cui costruire per il futuro a Plough Lane. Il club ha un piano aziendale incentrato sulla massimizzazione delle entrate da Plough Lane, in base alle quali mireremo almeno a raggiungere il pareggio nel 2021/22 e quindi a chiudere con un utile. Questo, ovviamente, presuppone che non ci siano di nuovo effetti da Covid-19, che venga mantenuta la nostra posizione in League One e, cosa più importante, che si gestisca con successo il prestito”.