Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Accordo sui diritti tv tra Serie B e Lega Pro (da distribuire circa 90 milioni di euro)

È stato trovato un accordo tra la Lega di Serie B e la Lega Pro sulla mutualità relativa alle cifre della stagione sportiva 2012/13. L'accordo è stato concluso per la Lega Pro dal direttore generale, Francesco Ghirelli, al termine di una "lunga e aspra trattativa".

In ballo ci sono circa 90 milioni di euro. Si tratta dei soldi che in base dalla Legge Melandri sulla ripartizione degli introiti dei diritti tv (circa nu miliardo all'anno) vanno assegnati alla LegaPro e alla Serie B (il 6% degli introiti totali), più un altro 4% che andrà assegnato a una Fondazione destinata a finanziare progetti per impiantistica e settori giovanili.

La Lega Pro aveva anche avviato una causa contro la Lega di serie A per la mancata attuazione di questa parte della Legga Melandri. Le cifre precise dell'accordo tra B e Lega Pro non sono ancora note. In ogni caso, la Lega Pro aveva chiesto circa 40 milioni di euro.

Intanto Andrea Abodi ha annunciato le sue dimissioni dalla carica di presidente della Lega B. Nel corso di una riunione informale del Consiglio di Lega, Abodi ha reso noto che rappresenterà per l'ultima volta la categoria in occasione del consiglio federale in programma il 14 dicembre. In una nota la Lega B parla di un atto "dovuto prima dello svolgimento dell'assemblea elettiva", la cui data deve essere ancora fissata. Il nome di Abodi, tuttavia, è stato accostato anche alla Lega A, come possibile successore dell'attuale presidente Maurizio Beretta.