Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Palermo: non basta la cessione di Pastore, i conti del 2012 chiudono con un rosso di 4 milioni

Il Palermo ha chiuso il bilancio al 30 giugno 2012 con 4 milioni di perdite (a fronte di un utile di 7,7 del 2011). Il fatturato, per effetto della cessione per 39,8 milioni (con una plusvalenza calcolata in 28.9 milioni) di Javier Pastore al Psg è stato pari a 96,5 milioni, ma i costi della produzione sono cresciuti del 14%. Sul bilancio del 2013 poi peserà l’effetto della transazione con Simonian, l’agente di Pastore, a cui il club rosanero dovrà versare 15 milioni.

Il fatturato. Il valore della produzione della Società è stato di 96,5 milioni, in calo di 1,7 rispetto a quello realizzato al 30 giugno 2011. I ricavi da gare (abbonamenti e biglietteria) sono stati pari a 5,4 milioni (il 5,5% del fatturato). I ricavi da cessione dei diritti televisivi sono stati pari a  di  38,5 milioni e quelli realizzati grazie alle attività commerciali, comprese le sponsorizzazioni sono arrivati nel 2012 a circa 6 milioni, in calo rispetto a quelli realizzati al 30 giugno 2011 ( 7,6 milioni). I premi/partecipazione ai ricavi distribuiti da Lega ed Uefa per i risultati sportivi ottenuti in Campionato, Tim Cup ed Europa League, ammontano, nell’esercizio, a 1,6 milioni. Grazie soprattutto alla cesione di Javier Pastore al Paris Saint Germain sono state realizzate plusvalenze per 35,5 milioni (+40% rispetto alla gesione precedente).

Le spese. I costi di produzione sono stati pari a 99,7 milioni, in crescita di 14,5 milioni rispetto all’esercizio 2011. Il costo del personale è cresciuto del 10% a quota 40 milioni (in particolare gli ingaggi per i tessarati valgono 35,6 milioni). Ammortamenti e svalutazioni hanno raggiunto quota 23 milioni. L’indebitamento complessivo del club è salito tra il 2011 e il 2012 da 60 a 97,8 milioni (a fronte di crediti per circa 44 milioni).

Il contenzioso con Simonian. Ma proprio l’affare Pastore peserà sul prossimo bilancio a causa del contenzioso sorto con l’agente del calciatore argentino, Marcelo Simonian. Il 2 luglio 2012 le parti hanno trovato un accordo e sottoscritto “Verbale di conciliazione giudiziale” che prevede che la società corrisponda a Simonian l’importo di 15 milioni, 8 titolo di compenso per la transazione e 7 per le spese sostenute e la desistenza da ogni giudizio pendente.

Il mercato estivo 2012. La campagna trasferimenti 2012/2013 ha determinato un impatto economico positivo in relazione alla differenze tra plusvalenze e minusvalenze per circa 9 milioni, un impatto economico positivo di 3,5 milioni per quanto riguarda i prestiti ottenuti e concessi. E, tenuto conto degli incassi e dei pagamenti dilazionati, nell’esercizio 2012-2013, ci sarà un saldo finanziario negativo di circa 5 milioni.

Stadio e centro sportivo. La Mepal Srl, di cui il Palermo detiene il 98% del capitale, incaricata dello sviluppo delle attività immobiliari ed infrastrutturali del club, il 23 febbraio 2012 ha presentato ufficialmente al Comune di Palermo la richiesta per la realizzazione del nuovo Stadio che avrà una capienza di circa 35.000 spettatori e ospiterà al suo interno attività commerciali, d’intrattenimento e ristorazione, i cui ricavi garantiranno la sostenibilità della iniziativa e risorse aggiuntive per la società. Il 22 marzo è stato sottoscritto il preliminare di acquisto di 23 ettari di terreno agricolo nel Comune di Carini, nei pressi dell’Aeroporto Falcone Borsellino, per la realizzazione del Centro Sportivo dover verranno trasferite le attività della prima squadra e di alcune squadre del Settore Giovanile. Il perfezionamento dell’acquisto è subordinato all’ottenimento delle necessarie variazioni di destinazione dell’area interessata.