Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Rendy Lerner mette in vendita l’Aston Villa, club acquistato nel 2006 per 62,6 milioni di sterline

Randy Lerner, proprietario dell’Aston Villa, si è dichiarato pronto a cedere le quote della società calcistica inglese dopo una deludente stagione terminata al quindicesimo posto in Premier League. Bank of America Merrill Lynch è stata incaricata di cercare un acquirente per la società comprata da Randy Lerner nel 2006 per 62,6 milioni di sterline.

Entrate da 116 milioni di sterline. “Il destino è mutevole negli affari del calcio inglese, sento di essermi spinto ben oltre il limite. Le ultime stagioni sono state delle battaglie ogni settimana e dopo quest’ultima, sfortunatamente piena di defezioni e continue voci di mercato, mi sento pronto per cercare una nuova proprietà”, ha dichiarato l’attuale proprietario dei Villans. Per il club di Birmingham, le entrate previste per la chiusura dell’anno fiscale (ovvero al 31 maggio) sono di circa 116 milioni di sterline al netto di interessi, tasse, deprezzamenti e ammortamenti per circa 17 milioni di dollari.

L’NFL prima della Premier League. Già nel 2012, Lerner ha ceduto i Cleveland Browns, squadra professionistica della NFL, per oltre un miliardo di dollari a James Haslam III. La franchigia dell’Ohio era passata nelle mani di Lerner nel 2002, dopo la morte del padre, che prese la franchigia dall’espansione dell’NFL nel 1998 per 530 milioni di dollari, il prezzo più alto mai pagato nella storia dello sport professionistico americano fino ad allora.

La volontà di trovare un acquirente. Lerner, in precedenza presidente della compagnia di servizi finanziari MBNA Corp., ha annunciato la sua scalata societaria nell’Aston Villa nel 2006, rimpiazzando l’allora presidente Doug Ellis, che ha controllato il club per trentacinque anni, divisi in due periodi. “Apprezzo il supporto che ho ricevuto, anche i questi ultimi anni problematici, in cui le critiche sono state dovute, e guarderò avanti con gli altri – incrociando le dita – per delle prestazioni migliori in futuro, adeguate alla nostra misura e al nostro blasone”, ha dichiarato Lerner, nell’annunciare la sua volontà di cedere il club.