Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Juventus, il progetto “J Village” sull’area della Continassa genera una plusvalenza da 10 milioni

Accademia Sgr, società di gestione del risparmio, controllata da Banca del Sempione, ha dato avvio all’operatività del Fondo immobiliare “J Village” che svilupperà il progetto di riqualificazione e valorizzazione di gran parte dell’Area Continassa, contigua allo Juventus Stadium. Accademia Sgr ha provveduto sia a raccogliere gli impegni di investimento di vari sottoscrittori per complessivi 53,8 milioni sia a siglare l’accordo vincolante con gli istituti finanziatori del Fondo J Village, UBI Banca e Unicredit per complessivi (e massimi) 64,5 milioni.
In questo modo è divenuto efficace l’atto del 30 giugno 2015 con il quale Juventus ha apportato al Fondo J Village la titolarità dei diritti di superficie su un’area di 148.700 metri quadrati e dei relativi diritti edificatori per 34.830 metri quadrati per un controvalore complessivo di 24,1 milioni (determinato in base alla relazione di stima redatta dall’esperto indipendente ai sensi del D.M. 5/3/2015, n. 30). A fronte dell’apporto, che ha generato un provento netto di circa 10 milioni, Juventus ha ricevuto quote del Fondo J Village del valore di 24,1 milioni. La società bianconera ha mantenuto la titolarità del diritto di superficie su un’area residua di 27.300 metri quadrati e su diritti edificatori pari a 3.170 metri quadrati.

La Città di Torino ha già rilasciato i permessi a costruire relativi alle opere di urbanizzazione, all’Hotel e al nuovo Training and Media Center della Prima Squadra, richiesti nei mesi scorsi dalla Juventus. Completeranno il progetto le realizzazioni della nuova sede del club, della Scuola Internazionale e di un immobile che accoglierà attività commerciali e di intrattenimento innovativo (Concept Store).
Accademia ha affidato la costruzione della nuova sede sociale, dell’Hotel, della Scuola Internazionale, del Concept Store e delle opere di urbanizzazione a Pessina Costruzioni. Alla Costruzioni Generali Gilardi è̀ stato assegnato l’appalto relativo al nuovo Training and Media Center. I profili legali dell’operazione sono stati curati dall’avvocato Carmine Bruno dello studio Tonucci & partners e dall’avvocato Antonio Tola dello studio NCTM. Il programma dei lavori prevede la consegna di tutte le opere entro l’inizio dell’estate del 2017. L’allestimento del cantiere inizierà già ad agosto.

  • agostino ghiglione |

    Alessandro:La Juventus è una società quotata in Borsa e quindi sotto la vigilanza della Consob.Ricordo solo che dove c’è lo Juventus Stadium prima c’era lo Stadio delle Alpi costruito per i mondiali ’90.E le infrastrutture se non le hanno fatte allora perchè farle ora?Lo stadio delle Alpi(con pista di atletica) è diventato famoso per una battuta dell’Avv.Agnelli:”dobbiamo vendere Rui Barros perchè non lo riusciamo più a vedere”.
    Direi che avere più rispetto per la prima società italiana che ha costruito uno Stadio per la sua squadra sia doveroso.E non lo dico da tifoso Juventino.E poi da quando c’è vincono lo scudetto e mi sembra una correlazione statistica inoppugnabile!

  • Alessandro |

    il progetto continassa (di cui quasi nulla in percentuale sarà totalmente della Juventus peraltro)non serve a nulla alla Juventus in termini di profitto finanziario annuale, cosi come è stato per lo stadio e per area12, concepiti in modo assurdo e senza alcuna reale intenzione benevola nei confronti della Juventus. Stiam parlando di cose progettate e fatte unicamente da parte della famiglia agnelli elkann nell’interesse di compiacere evidenti interessi della politica e/o amici costruttori, architetti e avvocati.
    Come per lo stadio , scandaloso per per come è stato concepito e per i soldi pochissimi investiti, che peraltro nessuno da parte della proprietà ha messo,che alla Juve porta i ricavi più bassi d’Europa, il progetto continassa farà guadagnare chi costruirà, in un luogo degradato isolato dal mondo, li cose che con la Juve centrano poco o o nulla e che non porteranno profitti alla società Insomma una nuova Area12 e state vedendo che fine sta facendo area12
    La totale assenza di mezzi pubblici rapidi che mettano in collegamento il centro città con l’area dello stadio. Al momento non ce ne sono. I lavori della linea 2 della metro, che comunque avrà il capolinea a qualche chilometro dallo stadio, non inizieranno prima di 10 anni. Con questo hai un enorme fetta di possibili turisti che potrebbero spendere allo stadio e nel negozio e invece li perdi.
    già, ma quali profitti? E sopratutto da dove arriveranno questi profitti?

  • agostino ghiglione |

    Caro Marco,
    puoi spiegarmi perchè nel titolo leggo che il Progetto genera una plusvalenza di 10 mio.
    Questa cifra potrebbe essere la differenza tra 64,5 mio garantiti dagli istituti finanziatori e 53,8 mio sottoscritti dagli investitori;differenza 10,7 mio.Se così fosse come può essere definita “plusvalenza”una somma eventualmente da erogare e da pagare da parte degli Istituti finanziatori a fronte di minori impegni di spesa?
    Se ho letto male prego correggimi perchè vorrei capire veramente in cosa consiste la “plusvalenza”.Grazie.

  Post Precedente
Post Successivo