Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Bayern Monaco, rinnovo fino al 2023 con Deutsche Telekom: sponsorizzazione da 40 milioni annui

Il Bayern Monaco ha prolungato per otto anni il già esistente accordo di sponsorizzazione con Deutsche Telekom, inizialmente siglato con scadenza nel giugno 2017. Il contratto tra la principale società di telecomunicazioni tedesca e il club bavarese è stato dunque esteso fino al 2023 e frutterà al Bayern una cifra che si aggira fra i 35 e i 40 milioni annui. Uno sforzo ampliato da parte di Deutsche Telekom, che nell’ultimo accordo di sponsorizzazione aveva siglato un contratto da trenta milioni a stagione fino al giugno 2017. Con un anno di anticipo, dunque, il Bayern ha deciso di rinnovare l’accordo, aumentando notevolmente i ricavi da sponsorizzazione: a Deutsche Telekom vanno infatti aggiunti gli accordi con Adidas e Audi. Cone Deutsche Telekom, inoltre, il Bayern porterà avanti il progetto StadionVision, che permetterà a tutti gli spettatori presenti nella Allianz Arena di usufruire di una connessione wifi in fibra ottica.

  • agostino ghiglione |

    Ricordo a chi non lo avesse notato che allo “Allianz Arena” c’è un settore in basso a sinistra , in Italia lo chiameremo distinti, che un certo numero di spettatori indossano vestiti bianchi a simboleggiare il logo di Telekom fatto da una T e pallini bianchi.Non so se per farlo riceveranno dei soldi o se pagheranno di meno l’abbonamento .Comunque sono “spettatori sandwich”.

  • Piero |

    Notizia da abbinare con quella che riporta l’intenzione degli amministratori della Premiere League di rinunciare al title sponsor del campionato per dare maggiore visibilità agli sponsor di maglia dei singoli club. Il tutto mentre in Italia 8 squadre sono senza sponsor di maglia e non lo saranno per diverso tempo…

  • agostino ghiglione |

    Certo che anche un intervento per sventare un attentato sul treno Parigi-Amsterdam diventa un veicolo per pubblicizzare sia il Bayern che il suo sponsor Telekom attraverso la foto con la maglietta indossata da uno dei marines che ha fatto il giro del mondo!
    Per fortuna,invece, nessuno ha approfittato dell’evento mediatico di un funerale a Roma.

  Post Precedente
Post Successivo