Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Uva: “In Europa 137 stadi realizzati in 10 anni, in Italia solo tre e 16 milioni di biglietti restano invenduti”

</span></figure></a> Roma 26-09-2015 Stadio Olimpico Campionato Italiano 2015/2016<br>Roma-Carpi: nella foto:curva sud vuota<br>Foto-Gmt
Roma 26-09-2015 Stadio Olimpico Campionato Italiano 2015/2016
Roma-Carpi: nella foto:curva sud vuota
Foto-Gmt
“Negli ultimi 10 anni in Europa sono stati costruiti o ristrutturati 137 stadi per un investimento totale di 15 miliardi di euro. Di questi solo tre in Italia, per un investimento di 150 milioni di euro. Questo dimostra che non c’è stata attenzione per le infrastrutture, vuoi per mancanza di visione vuoi per l’incapacità di valorizzare gli impianti esistenti. Il risultato è che gli stadi
rimangono semi vuoti, se è vero che nel frattempo 16 milioni di biglietti nella nostra serie A sono rimasti invenduti”. Questo il senso dell’intervento del direttore generale della Figc e vice presidente Uefa Michele Uva al convegno Infrastrutture per lo Sport al Politecnico di Milano. “Stiamo lentamente risolvendo – ha rimarcato Uva – il problema della violenza negli stadi, ma la casa è ancora vecchia. La Champions League a Milano è stata universalmente riconosciuta come una delle più belle e meglio organizzate finali degli ultimi anni. Ci siamo riusciti solo perché siamo riusciti a fare squadra. Bisogna ripartire proprio da lì, essendo consapevoli che senza investimenti non c’è futuro”.

  • marco spinelli |

    Marco Spinelli.Questi burocrati del cavolo perché vogliono nascondere la verità,i presidenti delle nostre società di serie A hanno preferito i soldi delle televisioni e a esse hanno venduto l’anima.Ma non esiste che dai tutte le partite in diretta del Campionato e poi ti lamenti che sugli spalti avanza la desertificazione del tifo.Avessimo fatto come nelle altre nazioni dove non tutte le partite vengono trasmesse in televisione la situazione avrebbe avuto un altro decorso.Dare la colpa alla fatiscenza dei nostri stadi o al fenomeno della violenza all’interno degli impianti di gioco come cause principali è giocare dialetticamente sporco,prima di Italia 90 i nostri stadi erano messi peggio e gli ultras erano altrettanto violenti e maleducati ma gli stadi erano ugualmente pieni.I soldi garantiti dalle televisioni sono tanti e facili e come dice il vecchio proverbio “non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca” la smettano di tirare fuori questa storia che i nostri stadi sono inadeguati ragion per cui i tifosi li disertano quando ci sono le partite,con tutte le partite in diretta bisognerà studiare altre strategie per riportare i tifosi negli stadi,spendere centinaia di milioni di euro per un nuovo stadio per avere un incremento di spettatori di qualche migliaio di unità è un investimento perdente in partenza.

  Post Precedente
Post Successivo