Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Calciomercato, l’exploit invernale del Golfo: quasi 100 milioni di spesa tra Arabia Saudita e Qatar

Il calciomercato invernale trova nel Golfo il nuovo Eldorado. Se la Cina si conferma la regina d’inverno (merito di un torneo che si svolge nell’arco dell’anno solare), Arabia Saudita e Qatar tallonano sia la Super League cinese che l’accoppiata Premier-Serie A. Ai piedi del podio per il saldo tra entrate e uscite sul mercato, infatti, troviamo la Saudi Professional League e la Qatar Stars League. Le società partecipanti ai due tornei hanno speso poco più di 95 milioni di euro nell’ultimo mese, più precisamente 52 milioni dall’Arabia Saudita e 43 dal Qatar. Il tutto a fronte di cessioni pressoché nulle, con soli 2,36 milioni di ricavi per la lega saudita e nessun introito per i qatarioti. Cifre che vanno a confermare un trend già emerso nell’ultimo report Fifa Tms, nel quale il campionato saudita è risultato essere il secondo per spesa complessiva nel 2018 in Asia, sempre alle spalle della Cina, nonché il settimo al mondo. L’anno solare da poco concluso ha visto i sauditi spendere poco meno di 174 milioni di dollari (oltre 150 milioni di euro) con un tasso di spesa superiore del 444,5% rispetto al 2017. Ben più evidente il balzo in avanti del Qatar, che nel 2018 aveva speso 12,1 milioni di dollari (+227% rispetto al 2017) e già nelle prime settimane del 2019 ha quasi quadruplicato la somma immessa sul mercato. Il record per un singolo giocatore arriva proprio dal Qatar, più precisamente dall’Al Duhail, che ha speso 35 milioni per il giapponese Nakajima. È la stessa società che ha versato 8 milioni nelle casse della Juventus per portare a casa il difendore Benatia, spendendo praticamente da sola tutta la somma relativa al mercato qatariota. In Arabia Saudita, invece, il primato lo condividono Al Ahli e Al Ittihad, entrambe con 10 milioni a testa, spesi rispettivamente per il trequartista rumeno Stanciu e per la punta serba Prijovic. Perdono terreno, ma già dal 2018, gli Emirati Arabi: La spesa nell’ultimo anno si è ridotta del 4,8% rispetto al 2017 (pur spendendo 17,5 milioni di dollari) e finora non sono stati effettuati movimenti degni di nota. La chiusura delle liste è fissata al 18 febbraio, ma è chiaro che i “big spender” del Golfo, al momento, si trovino altrove.

  • agostino ghiglione |

    Il Qatar che ha una superficie pari alle province di Cuneo ed Alessandria insieme ed una popolazione di poco più di 2 milioni di persone è riuscito a mettere in fila nel Campionato Asiatico tutte le altre nazioni.Sconfiggendo in finale per 3-1 il Giappone.Chi l’avrebbe mai detto che si sarebbe presentato ai mondiali del 2022 che si svolgeranno proprio in Qatar in così incredibile spolvero?
    Al momento non abbiamo però avuto notizie sugli Stadi in costruzione.Sono ultimati?

  Post Precedente
Post Successivo