Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Palermo, pericolo scampato: oggi i soldi per gli stipendi, a marzo un nuovo proprietario

Il Palermo si tira fuori in extremis dal tunnel “inglese”, ma ancora una volta con una scadenza ravvicinata da rispettare. Sport Capital Group ha annunciato ieri di aver ceduto le quote per un valore nominale (poi rivelatosi essere lo stesso dell’acquisto, ovvero 10 euro) allo storico management del club rosanero, dunque alla dirigente Daniela De Angeli e ad un gruppo pronto ad immettere nelle casse i soldi necessari per pagare gli stipendi. Verranno saldati entro lunedì gli emolumenti di novembre e dicembre, per i quali la Covisoc prevede il pagamento entro domani (ma, essendo sabato, la deadline si sposta all’inizio della prossima settimana), in più il Palermo avrà liquidità a sufficienza per saldare anche gli stipendi del bimestre gennaio-febbraio, da pagare entro il 16 marzo.

Il nuovo organigramma societario si è composto ieri sera verso le 19, con la nomina del nuovo consiglio di amministrazione: Rino Foschi è il presidente, Daniela De Angeli assume la carica di amministratore delegato dopo l’uscita di scena di Emanuele Facile. L’unico superstite di Sport Capital Group, dopo le dimissioni di Richardson e Treacy, avrebbe richiesto una buonuscita per il lavoro svolto in questo mese e mezzo da dirigente del Palermo, avviando così un braccio di ferro con i legali di Zamparini, intervenuti per garantire un passaggio “indolore” delle quote. Quello che è avvenuto ieri, ma che di fatto dovrà ripetersi entro il 31 marzo: è questa la nuova scadenza che si sono fissati i soggetti intervenuti per salvare la società, tra cui un imprenditore locale. L’obiettivo ora è trovare un acquirente disposto a rilevare il club, mentre quella attuale sarà una gestione ponte per traghettare la squadra verso la fine del campionato senza penalizzazioni. Quelle che, fino a ieri, sembravano essere inevitabili.

  • agostino ghiglione |

    In definitiva si stanno mettendo pochi soldi in attesa di staccare il dividendo premio per la promozione in Serie A per 25/30 mio di Euro.E tutto alla luce del Sole.La Federcalcio non ha niente da dire su questa OPA sul Palermo Calcio?
    Il precedente del Bari prelevato da Paparesta dal Tribunale Fallimentare di Bari per 4,8 mio(cash) non ha insegnato nulla?Ricordo che dopo poco il Bari Calcio, non avendo centrato la promozione in Serie A, è fallito di nuovo dopo una girandola di finti acquirenti ed uno scambio di partecipazioni (minoranza/maggioranza) tra i due azionisti principali

  Post Precedente
Post Successivo