Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Red Bull rileva un altro club in Brasile, investimento da 10 milioni per il Bragantino

Red Bull fa il bis in Brasile. L’azienda produttrice di bevande energetiche ha acquisito una quota minoritaria del Bragantino, società paulista che milita nel campionato di Serie B nazionale. L’obiettivo, oltre a portare la squadra nel Brasileirao nel più breve tempo possibile, è quello di concludere l’acquisizione dell’intero pacchetto azionario in un periodo compreso fra i tre e i cinque anni. Intanto il primo investimento dovrebbe aggirarsi sui 45 milioni di reais, ovvero poco più di 10 milioni di euro. Red Bull è presente in Brasile già dal 2007, con la società omonima che fa base a Jarinù, sempre nello stato di San Paolo (con allenatore l’ex romanista Zago), attualmente militante in Serie D. Le due squadre condivideranno il campo di allenamento e non è da escludere che possa avvenire una fusione. L’annuncio dell’ingresso nel Bragantino è arrivato da Luiz Arthur Abi Chedid, vicepresidente del club, che sul proprio account Facebook ha reso noto anche il cambio di denominazione sociale in RB Bragantino. Il Bragantino si aggiunge così ad una schiera di società entrate nell’orbita di Red Bull nell’ultimo decennio: il RB Lipsia ha permesso all’azienda austriaca di piantare la propria bandierina anche in Champions League, dove invece non riesce ad approdare il Red Bull Salisburgo. In America hanno rilevato la franchigia MLS dei New York Red Bulls, mentre in Africa sono stati proprietari dal 2008 al 2014 dei Red Bull Ghana.