Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
TURIN, ITALY - OCTOBER 18:  Andrea Agnelli during the UEFA Champions League group D match between Juventus and Sporting CP at Juventus Stadium on October 18, 2017 in Turin, Italy.  (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Juventus, accordo con i tesserati: tagliati 90 milioni di stipendi

La Juventus e i suoi tesserati della prima squadra hanno trovato un’intesa sulla riduzione degli stipendi. Il club bianconero ha annunciato misure straordinarie che porteranno ad un taglio da circa 90 milioni di euro sulla massa salariale per l’esercizio attualmente in corso. Un accordo raggiunto “in ragione dell’emergenza sanitaria globale che sta impedendo lo svolgimento dell’attività sportiva”, come si legge dalla nota della Juventus, che ridurrà gli stipendi di calciatori e tecnici della prima squadra per un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Gli accordi individuali con i tesserati verranno formalizzati nelle prossime settimane.

Le trattative tra il club e i propri giocatori sono andate avanti nei giorni scorsi per cercare di raggiungere un’intesa sulla quota da decurtare. Intesa trovata per un totale di circa 90 milioni di euro, somma che la Juventus risparmierà dal proprio monte ingaggi per la stagione 2019/20. Una stagione la cui conclusione sul campo è tutt’altro che certa, come ammette lo stesso club. Se si dovesse tornare a giocare, però, verranno intavolate nuove trattative per ridurre gli effetti del taglio degli stipendi: “Qualora le competizioni sportive della stagione in corso riprendessero – si legge infine nel comunicato – la Società e i tesserati negozieranno in buona fede eventuali integrazioni dei compensi sulla base della ripresa e dell’effettiva conclusione delle stesse”.

  • agostino ghiglione |

    Dopo la famosa sentenza Bossman i giocatori sono diventati dipendenti a tutti gli effetti se si fosse mantenuto l’ingaggio per esempio come la prestazione di cantanti lirici ad assenza di prestazione ci sarebbe stato il mancato incasso del cachet pattuito coi diversi Teatri e non ci sarebbe stato niente da dire.O mi sbaglio.

  • Marco Perazzi |

    Sempre avanti in tutto, il punto di riferimento, gli altri affannosamente inseguono scopiazzano, ma non c’è gara. Un Club modello, di PERSONE PER BENE. Marco

  Post Precedente
Post Successivo