Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Premier League, nuovi investitori dalla Repubblica Ceca per il West Ham

Il West Ham ha annunciato l’ingresso del gruppo di investimento ceco 1890s Holdings a.s. nella propria compagine sociale. La holding, facente riferimento agli investitori Daniel Kretinsky e Pavel Horsky, ha rilevato il 27% di WH Holding Ltd, la controllante del club inglese attualmente secondo in Premier League (a pari punti col Manchester City). L’accordo prevede che entrambi diventino membri del consiglio di amministrazione della società. Le cifre dell’operazione non sono state rese note, anche se dovrebbero aggirarsi sui 190 milioni di euro, con una valutazione complessiva del club pari a 700 milioni di euro. L’intesa «consentirà inizialmente la riduzione del debito a lungo termine e la capacità di continuare a indirizzare i fondi generati in altre aree chiave di interesse, proseguendo i progressi positivi compiuti negli ultimi anni».

«Sono lieto che questo processo dettagliato sia stato concluso con successo», ha dichiarato Daniel Kretinsky. «Sono appassionato di calcio – prosegue – apprezzo molto e rispetto l’eccezionale storia e tradizione del West Ham United, nonché la sua base di sostenitori leali e appassionati e anche il ruolo altamente stimolante che svolge in molti programmi e iniziative sociali. Lo sviluppo e la crescita del club negli ultimi anni sono stati evidenti per tutti e sono lieto di far parte di quello che ritengo sia un futuro molto entusiasmante davanti a me. Essendo stato di recente al London Stadium per vedere la squadra di David Moyes, so che è un momento incredibile per entrare a far parte della famiglia del West Ham United. Mi sento privilegiato di avere ora l’opportunità di aiutare tutti qui a costruire le orgogliose tradizioni di questo grande club».

I co-presidenti David Gold e David Sullivan controllano il West Ham dal 2010. Il primo, gallese, fino all’ingresso dei nuovi partner cechi deteneva il 51,1% del club, mentre il secondo, inglese, il 35,1%, con una quota di minoranza pari al 10% di proprietà dello statunitense Albert Smith, della Gso Capital Partners. Dal loro insediamento, il club londinese ha riconquistato un posto in Premier League, vincendo i play-off di Championship nel 2012, trovando anche un piazzamento in Europa League nel 2015 (terzo turno di qualificazione), nel 2016 (play-off) e nella stagione attualmente in corso. Inoltre, gli Hammers hanno cambiato casa, passando dal Boleyn Ground (demolito nel 2016) allo stadio Olimpico di Londra.

Per Kretinsky non si tratta dell’unica partecipazione all’interno di un club calcistico. L’imprenditore ceco, proprietario del gruppo Eph che si occupa di centrali elettriche e di energia (con un patrimonio di 18,5 miliardi di euro), detiene infatti il 40% delle quote dello Sparta Praga, uno dei più prestigiosi club della Repubblica Ceca. È co-proprietario dello Sparta dal 2004 (il 60% è controllato invece dagli slovacchi della J&T Investments) e durante il suo interregno ha vinto quattro titoli di massima serie, l’ultimo dei quali nel 2014. Tra i suoi investimenti, ci sono anche progetti in ambito editoriale e nella distribuzione.