Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Calciomercato: il punto per Genoa, Milan, Inter, Palermo, Fiorentina, Catania e Chelsea

Destro al centro del calciomercato. "Con il Siena abbiamo perso l'occasione di evitare che ci fosse questa comproprietà – ha detto Preziosi a Sky – Il Siena si é comportato secondo quelli che sono i propri interessi, non ha fatto qualcosa di scorretto, forse, però, ha disatteso quelli che erano gli accordi, ma fino a quando avrà la comproprieta noi non tratteremo Destro con nessuna società. Il Siena avrà una scelta: tenerselo a giocare a Siena o darlo al Genoa come previsto, diversamente se lo godranno loro».

La comproprietà non esiste. Ecco, le parole di Preziosi vanno spiegate. La comproprietà non esiste nell'ordinamento sportivo italiano. Esistono le compartecipazioni (articolo 102 bis delle Noif, le norme organizzative interne della Figc). Dunque, Destro è del Siena al 100%. Il Genoa ha il diritto di partecipare alla plusvalenza che sarà realizzata al momento della sua eventuale cessione a terze squadre e ha voce in capitolo sulla scelta dell'eventuale destinazione di Destro, che altrimenti resterà in Toscana. Per il Genoa la priorità per la cessione di Destro sarebbe l'Inter. «Però, tranne che non si verifichino le condizioni, per me Destro é un giocatore del Siena e fino a quando non ci chiamano e si chiude un accordo io non ne parlerò più».

Milan-Genoa. Nel mercato al risparmio del Milan resta fermo l'asse con il Genoa con cui si sta discutendo di Miguel Veloso. Il passaggio del centrocampista portoghese alla Dinamo Kiev sembrava cosa fatta ma le cose pare che siano cambiate. 

Inter. L'Inter, intanto, perde pezzi. Dopo Lucio che da svincolato sembra ormai della Juventus (per un contratto annuale da 2,3 milioni di euro più bonus), Maicon é entrato nel mirino del Chelsea. I contatti sono ben avviati, l'operazione non ancora chiusa ma c'é ottimismo. Maicon era stato richiesto anche da Real Madrid e PSG, ma il Chelsea avrebbe fatto l'offerta giusta.

Palermo. Si rischia l'esplosione del caso in casa Palermo. "Reputo molto scorretto l'atteggiamento del procuratore di Miccoli – ha detto Zamparini -. Fabrizio deve diventare grande e dirmi chiaramente se vuole andare via". Il patron fa riferimento alle nuove voci messe in giro dal procuratore del capitano del Palermo Francesco Caliandro che ha ammesso una trattativa in corso con l'Al Nars di Zenga. Dal Palermo sembra non essere destinato a partite Balaretti. Anche se il Napoli vuole fiaccare la resistenza dei rosanero. La mossa per arrivare al terzino del Palermo e della nazionale sarà quella dell´attesa. Balzaretti sembra che non voglia rinnovare con i rosanero e il Napoli sogna un colpo alla Nocerino. Bacinovic nei giorni scorsi era stato accostato alla Fiorentina, ma a smentire tutto ci ha pensato l'agente del centrocampista sloveno Ruznic.

Fiorentina. Facundo Roncaglia é sempre più vicino a diventare un giocatore della Fiorentina.  Il suo contatto col Boca Junior scade il 30 Giugno e per giocare la finale di ritorno di Copa Libertadores contro il Corinthians ha dovuto fare un rinnovo per quattro giorni, quindi fino al 4 Luglio. A convincerlo l'allenatore del Boca Falcioni, che lo schiererà da titolare nonostante un piccolo problema agli adduttori. Roncaglia é stato protagonista della gara d'andata segnando la rete dei suoi nell'1-1 finale e potrà poi arrivare a Firenze (magari da campione del Sudamerica). Il club viola, invece, potrebbe inserirsi nell'elenco elle pretendenti a Bradley del Chievo. La lista vede Juventus, Inter, Roma e Palermo. I giallorossi, però, avrebbero fatto un'accelerazione decisiva offrendo 3,5 milioni di euro più il passaggio a titolo definitivo di Leandro Greco.

Catania. "Il Catania – ha comunicato il club – registra la naturale scadenza dei contratti con Andrea Campagnolo e David Oscar Velasquez Suazo, liberi da vincoli nei confronti del club. Ritornano alle rispettive società d'appartenenza, scadendo i termini del trasferimento a titolo temporaneo, i calciatori: Juan Pablo Carrizo, Marco Motta, Felipe Ignacio Seymour Dobud, Osarimen Ebagua. Ai sei validi e seri professionisti, un ringraziamento ed un affettuoso segno di congedo, accompagnato dall'augurio delle migliori fortune professionali".

Chelsea. I Blues sono pronti a lanciare l'assalto a Luka Modric. Secondo quanto si legge sul Daily Express, infatti, il club londinese sarebbe pronto a mettere sul tavolo un'offerta di 36 milioni di sterline (44,6 milioni di euro) per il centrocampista del Tottenham.

 

  • Marco Bellinazzo |

    Se guarda tra le Noif, le norme organizzative interne, c’è l’articolo 102 bis intitolato al “diritto di partecipazione”.
    Questa norma in altre federazioni non è prevista. In altre federazioni, invece, c’è la possibilità che il giocatore sia di proprietà di un fondo e, quindi, di un soggetto terzo estraneo all’ordinamento sportivo (pensi al Sud America, ma anche a Portogallo e Spagna dove questa pratica sta prendendo piede). Non c’è dubbio che la Uefa dovrebbe disciplinare in maniera omogenea questo tipo di diritti per evitare una giungla di regole.

  • agostino ghiglione |

    Sono entrato nel sito della FIGC ma non ho trovato la norma (art.102)che riguarda le compartecipazioni.Evidentemente è giudicata solo per adetti.
    Comunque è di ieri la notizia che il passaggio dall’Udinese alla Juventus di Isla ed Asamoah è stato fatto al 100% e solo dopo la Juventus farà l’atto di “restituzione” del 50%.Tutto ciò ha quindi valenza per la plusvalenza realizzata dalla Udinese che sarà valutata al 100%.Mi sembra che sia una norma quantomeno discutibile.

  • agostino ghiglione |

    Volevo proprio parlare di comproprietà dei giocatori e quanto detto nel caso di Destro fa piena luce.Dunque si tratta di “compartecipazione” ed è una norma della FIGC.
    Poichè questa norma sembra non esistere in altre nazioni (di sicuro in Inghilterra)perchè non abolirla.E’ frutto di grande confusione. Meglio parlare di prestito di un giocatore con l’obbligo di non giocare l’incontro contro la squadra che possiede il giocatore.Non se ne può più di vedere giocatori che non esultano per la maglia che indossano in quanto sono a …mezzadria! o no?

  • pippo |

    si ma che schifo che diventa il calcio: chi ha soldi va avanti le altre no

  Post Precedente
Post Successivo