Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Calciomercato: il punto per Juventus, Roma, Catania, Palermo, Pescara e Milan

Per Mattia Destro, il giocatore più conteso di questo calciomercato, i giochi sembrano riaprirsi.  Quando tutto sembrava correre verso la definizione dell'affare con la Roma che ha trovato l'accordo con il Genoa, c'è stata una frenata, pare dovuta agli agenti del giocatore. E senza il consenso di Destro, in base all'articolo 102 bis delle Noif (le norme organizzative interne della Figc) che disciplina il "diritto di partecipazione", Siena e Genoa non possono procedere.

Juventus. Alla base di questo rallentamento ci potrebbe essere la Juventus che offrirebbe al giocatore un contratto più alto di quello che propone la Roma e soprattutto la prospettiva di disputare la Champions League. Pende dalla parte dei bianconeri anche la formula del trasferimento: i piemontesi vorrebbero prendere il giocatore in comproprietà, mentre la Roma in prestito.

Roma. A Roma, intanto, si fantastica circa l'ipotesi che vorrebbe il portiere dell'Inter Julio Cesar, chiuso da Handanovic in nerazzurro, in giallorosso. La trattativa per cedere il giocatore al Palmeiras é saltata e l'Inter ha offerto il cartellino del brasiliano ai giallorossi a titolo gratuito. Il nodo é l'ingaggio visto che il brasiliano ha altri due anni di contratto a circa 5 milioni netti a stagione. Non ci sono trattative in piedi, invece, tra Roma e Catania.

Catania. "Abbiamo la necessità di foltire l'organico – ha detto l'ad del Catania Sergio Gasparin – e per questo motivo fino a che non diminuiremo l'organico non siamo interessanti a qualsiasi altro giocatore. Non mi risulta un nostro interessamento per Crescenzi e Antei". Anche Pulvirenti ha
fatto la sua smentita. Il Catania non vuole cedere Barrientos al Genoa. "Chiarisco – ha precisato Pulvirenti – che le possibilità che ha il Genoa di prendere Barrientos equivalgono a quelle che ha un asino di volare".

Palermo. A Palermo, intanto, é arrivata l'ufficialità di Dybala nel giorno delle celebrazioni del decennale della presidenza di Maurizio Zamparini (contratto quadriennale). Il trasferimento verrà formalizzato nelle prossime settimane: il giocatore si sta sottoponendo alle visite mediche allo «Human Performance Lab» di Varese e raggiungerà quanto prima i suoi nuovi compagni nel ritiro di Malles Venosta. Domani dovrebbe essere il giorno di Rios. Emissari del Palermo voleranno a Londra e andranno a trovare il centrocampista nel ritiro dell'Uruguay per fargli firmare il contratto che lo legherà ai rosanero. "Spero che Viviano vada a Firenze – ha detto Zamparini – ma mi meraviglio che la Fiorentina non faccia un piccolo sforzo: non riconosco più la società ma siccome noi faremo un piccolo sforzo non capisco perché non lo facciano anche loro. Quella dell´Inter invece é una posizione di principio. Per Dybala abbiamo speso 12 milioni per un 18enne, sembra un bambino di quindici anni, però io l´ho visto nei filmati e l´ho voluto perché vedo in lui un giocatore che può fare la differenza. Rios firmerà domani, andrà alle Olimpiadi come fuori quota e per questo e in ritardo ma firmerà a Londra domani. Migliaccio invece rimarrà, perché può giocare anche in difesa, così come rimarrà Balzaretti, che andrà via solo se lo chiederà il Psg: il Napoli ha fatto una buonissima offerta, ma lui non ci vuole andare, così come non vuole andare a Lazio e Milan. Non arriverà un nuovo difensore. Hernandez all'Inter é fantamercato, Abel non é sul mercato neanche per 30 milioni. È un mercato scorretto, sono azioni di disturbo delle grandi, perché é chiaro che un giocatore che legge mi vuole l´Inter' può vacillare». 

Pescara. Il Pescara stringe per Carrizo e Foggia. La trattativa con la Lazio é avviata, lunedì può essere un giorno importante. Carrizo e Foggia sono in uscita. Entrambi, hanno un anno di contratto con la Lazio e ingaggi pesanti. L'idea può essere prolungare la durata del contratto e spalmare l'ingaggio.

Milan. "Questo é l'anno zero, in cui sono andati via dodici campioni, tanti per età e due per scelte societarie e quindi bisogna riprendere a lavorare dalla base, anche se tanti giocatori che c'erano l'anno scorso sono rimasti". Lo ha detto il tecnico del Milan Massimiliano Allegri, ai microfoni di Sky Sport, a proposito del mercato delle scelte di mercato della squadra rossonera. "Manca un mese alla fine del mercato – ha aggiunto Allegri – la squadra l'anno scorso cambiò completamente all'ultimo". Il Milan avrebbe messo nel mirino Matri. L'ex cagliaritano non é l'unico obiettivo per l'attacco, ma forse é quello più accessibile.