Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Calcioscommesse: ecco tutti i club e i tesserati deferiti dalla Procura Figc

Deferite alla Commissione Disciplinare 13 società e 45 tesserati nell'ambito dell'inchiesta sulle Scommesse nel calcio relativa ai filoni di indagini delle Procure della Repubblica di Cremona e Bari. La Procura Federale ha deferito per responsabilità diretta Lecce e Grosseto, mentre a titolo di responsabilità oggettiva sono state deferite, Ancona, Siena, Novara, Torino, Varese, Albinoleffe, bari, Udinese, Portogruaro, Sampdoria e Bologna.

Questo il quadro completo sui deferimenti per club e tesserati:

ALBINOLEFFE: responsabilità oggettiva e presunta per una partita AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011: violazione dei principi di correttezza, lealtà e probità, divieto scommesse e illecito sportivo per Dario Passoni; illecito sportivo per Ruben Garlini, Davide Bombardini, Luigi Sala e Mirko Poloni.

ANCONA: responsabilità oggettiva per una partita Ancona-Grosseto del 30 aprile 2010: omessa denuncia per Angelo Esmael Da Costa Junior. 

BARI: responsabilità oggettiva per sei partite. Udinese-Bari del 9 maggio 2010: violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità, divieto scommesse e illecito sportivo per Andrea Masiello, illecito sportivo per Salvatore Masiello, Nicola Belmonte, Salvatore Parisi e Leonardo Bonucci;
Cesena-Bari del 17 aprile 2011: violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità, divieto scommesse e illecito sportivo per Andrea Masiello e Antonio Bellavista, illecito sportivo per Nicola Belmonte, omessa denuncia per Guido Angelozzi e Bortolo Mutti; Bari-Sampdoria del 23 aprile  2011: illecito sportivo per Andrea Masiello e Marco Rossi, omessa denuncia per Simone Bentivoglio e Alessandro Parisi; Palermo-Bari del 7 maggio 2011: illecito sportivo per Andrea Masiello, Simone Bentivoglio, Alessandro Parisi, Marco Rossi e Daniele Padelli;Bari-Lecce del 15 maggio 2011: illecito sportivo per Andrea Masiello, omessa denuncia per Simone Bentivoglio, Alessandro Parisi e Marco Rossi; Bologna-Bari del 22 maggio 2011: illecito sportivo per Andrea Masiello, omessa denuncia per Marco Rossi.

BOLOGNA: responsabilità oggettiva per una partita Bologna-Bari del 22 maggio 2011: illecito sportivo per Daniele Portanova, omessa denuncia per Marco Di Vaio e Marcello Sanfelice.

GROSSETO: responsabilità diretta per una partita Ancona-Grosseto del 30 aprile 2010: illecito sportivo per il presidente Piero Camilli.

 

LECCE: responsabilità diretta, oggettiva e presunta per una partita Bari-Lecce del 15 maggio 2011: illecito sportivo per l'ex presidente Pierandrea Semeraro e Giuseppe Vives.  

NOVARA: responsabilità oggettiva e presunta per una partita Novara-Siena del 1° maggio 2011: illecito sportivo per Cristian Bertani, Davide Drascek e Mavillo Gheller.

PORTOGRUARO: responsabilità oggettiva per una partita Cesena-Bari del 17 aprile 2011: violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità, divieto scommesse per Marco
Esposito.

 SIENA: responsabilità oggettiva per sette partite iena-Piacenza del 19 febbraio 2011: omessa denuncia per Filippo Carobbio; Novara-Siena del 1° maggio 2011: illecito sportivo per Filippo Carobbio, Marcelo Larrondo e Roberto Vitiello, omessa denuncia per Antonio Conte, Alessio Angelo, Cristian Stellini, Marco Savorani e Giorgio D'Urbano; Siena-Torino del 7 maggio 2011: illecito sportivo per Filippo Carobbio; Siena-Varese del 21 maggio 2011 omessa denuncia per Filippo Carobbio; AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011: violazione dei principi di correttezza, lealtà e probità, divieto scommesse e illecito sportivo per Filippo Carobbio. Illecito sportivo per Ferdinando Coppola, Claudio Terzi, Roberto Vitiello e Cristian Stellini, omessa denuncia per Antonio Conte, Angelo Alessio, Marco Savorani, Giorgio D'Urbano Giorgio e Daniele Faggiano; Bari-Sampdoria del 23 aprile 2011: illecito sportivo per Filippo Carobbio, omessa denuncia per Cristian Stellini; Palermo-Bari del 7 maggio 2011: illecito sportivo per Filippo Carobbio e Cristian Stellini. 

 SAMPDORIA: responsabilità oggettiva e presunta per una partita Bari-Sampdoria del 23aprile 2011: illecito sportivo per Stefano Guberti. 

TORINO: responsabilità oggettiva e presunta per una partita Siena-Torino del 7 maggio 2011: illecito sportivo per Alessandro Pellicori.

UDINESE: responsabilità oggettiva per una partita Udinese-Bari del 9 maggio 2010: omessa denuncia per Simone Pepe.

VARESE: responsabilità oggettiva e presunta per una partita Siena-Varese del 21 maggio 2011: illecito sportivo per Emanuele Pesoli.

I tesserati. Carlo Gervasoni: violazione dei principi di correttezza, lealtà e probità e divieto scommesse per Palermo-Bari del 7 maggio 2011; illecito sportivo per Siena-Piacenza del 19 febbraio 2011; illecito sportivo per Siena-Torino del 7 maggio 2011; illecito sportivo per Siena-Varese del 21 maggio 2011; violazione dei principi di correttezza, lealtà e probità, divieto scommesse e illecito sportivo per AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011. Mario Cassano: illecito sportivo per Siena-Piacenza del 19 febbraio 2011,violazione dei principi di correttezza, lealtà e probità, divieto scommesse e illecito sportivo per AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011. Edoardo Catinali: illecito sportivo per Siena-Piacenza del 19 febbraio 2011.

 

  • agostino ghiglione |

    Se non ci fosse stato il nome di Antonio Conte, ora alla Juventus, di sicuro la vicenda del calcioscommesse avrebbe avuto meno effetto mediatico.
    Sento parlare di possibile “patteggiamento” per limitare la punizione eventuale.All’epoca di calciopoli la Juventus decise di trattare per evitare la retrocessione in serie C.Si dimenticò,forse per convenienza, di proporre azione di responsabilità nei confronti dei suoi tre dirigenti responsabili dei fatti.Questa ammissione di responsabilità anni dopo è stata contestata dalla dirigenza attuale dopo che altri fatti sono venuti alla luce nel processo di Napoli.
    Trattandosi di fatti avvenuti quando Conte era allenatore del Siena è in grado la Juventus di suggerire un comportamento al suo allenatore pro-tempore o no?

  • marco |

    Che schifo! Il Genoa è stato retrocesso solo per una “presunta” combine e queste squadre
    che hanno alterato partite a ripetizione rischiano solo la responsabilità oggettiva. L’Italia è un paese marcio e da ora in avanti farò sempre il tifo contro la nazionale. SCHIFOSI!!

  Post Precedente
Post Successivo