Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Calciomercato: il punto per Roma, Fiorentina, Inter, Milan e Juventus

Balzaretti e Piris alla Roma e Borja Valero alla Fiorentina: sono questi gli ultimi colpi che hanno infiammato il calciomercato italiano.

Roma. Adesso c'è anche l'ufficialità: Federico Balzaretti e Ivan Piris sono della Roma. Lo ha annunciato la società giallorossa con un comunicato sul proprio sito.  "La Roma rende noto di aver sottoscritto con il Palermo il contratto per l'acquisizione a titolo definitivo di Balzaretti, a fronte di un corrispettivo di 4,5 milioni di euro – si legge nelle nota -. Con il calciatore è stato sottoscritto un contratto triennale (1,5 milioni a stagione), con scadenza al 30 giugno 2015. La Roma rende noto anche di aver sottoscritto con il Club Deportivo Maldonado il contratto per l'acquisizione a titolo temporaneo di Ivan Rodrigo Piris, a fronte del riconoscimento di 0,7 milioni". L'accordo, depositato in data odierna presso gli uffici della Lega Serie A, "prevede altresì il riconoscimento del diritto di opzione per l'acquisizione a titolo definitivo, a decorrere dalla stagione sportiva 2013/2014, ad un valore pari a 4 milioni di euro. Per tale diritto, la Roma ha riconosciuto al club uruguaiano un corrispettivo pari a 0,3 milioni".


Fiorentina. I Viola hanno acquistato Borja Valero, attende il via libera per Alberto Aquilani e presenta Emiliano Viviano. Giornate intense per il club viola che domani sera a Moena festeggerà alla presenza di Andrea Della Valle il decennale dell'attuale gestione. L'acquisto di Borja Valero, centrocampista spagnolo classe '85 cresciuto nelle giovanili del Real Madrid, è stato un autentico colpo: tra Fiorentina e Villarreal è già stato definito l'accordo per 7 milioni di euro cash, manca la firma del giocatore atteso domani a Firenze per le visite mediche. Ciò è dovuto al fatto che deve essere stabilita la durata del contratto, che dovrebbe essere di 4 o 5 anni. Dal Villarreal potrebbe arrivare anche il difensore Gonzalo Javier Rodriguez. Ma la Fiorentina  tiene calda anche la pista-Aquilani: nell'ambiente viola c'è ottimismo. Oggi l'ex centrocampista di Roma, Juve e Milan avrebbe svolto l'ultimo allenamento, salutando staff tecnico e compagni, con il Liverpool con cui deve discutere la buonuscita, cosa necessaria per sciogliere il nodo-ingaggio e agevolare il decollo della trattativa con la Fiorentina. In agenda anche un incontro fra il ds viola Pradè e il manager del giocatore Zavaglia.  Aquilani con 5 milioni di buonuscita può uscire dal contratto coi Reds, e la Fiorentina è pronta ad offrirgli un triennale da quasi 2 milioni l'anno (coi bonus). I viola non mollano anche la pista Gargano (Napoli), slegata da Aquilani. Nel frattempo la squadra ha ripreso la preparazione a Moena dove si è aggregato anche il centrocampista cileno Mati Fernandez la cui presentazione avverrà nei prossimi giorni. Divorzio ormai definitivo con Vargas: il giocatore, in accordo con la società, ha deciso di non andare a Moena per la seconda fase del ritiro: lavorerà a Firenze con un preparatore atletico. Il problema è trovargli una sistemazione. Il ds viola Pradè ha avuto un colloquio con l'agente Delgado, ma trattative al momento non ce ne sono. La Fiorentina spera di incassare 5-6 milioni.

Juventus. La Juventus resta sempre vigile su Armero e, in attesa dell'ultimo assalto a Van Persie o Dzeko, continua la caccia ad un vice Bonucci (Danilo, Bocchetti e Bruno Alves le piste più calde), ma è chiaro che la dirigenza bianconera è in attesa di capire gli scenari del calcioscommesse (visto che rischia di perdere non solo Conte, ma anche Pepe e Bonucci), che rischiano di condizionarne il mercato. In uscita restano Melo e Krasic: per il primo c'è un ritorno di fiamma del Galatasaray, per il secondo resta aperta la strada russa.

Inter. Marco Branca è volato in Brasile per incontrare, di nuovo, i dirigenti del San Paolo. La trattativa per Lucas è complessa, sia per la parte economica che per quanto riguarda il cartellino, diviso tra il club e il calciatore. Il club di Moratti per prendere il brasiliano è disposto ad arrivare a 40 milioni. La prima offerta – rifiutata – del club interista era di 35 in totale (la cifra comprende l'offerta al club e al giocatore per il cartellino). L'Inter non molla. Sul nazionale olimpico oltre al Manchester United ci sono il City di Mancini e il Real Madrid di Mourinho. Ma Branca, forte di un'intesa con il calciatore, sta tentando di bruciare sul filo di lana le concorrenti. In ogni caso si dovrà attendere la fine delle Olimpiadi. Ci sono anche nuove idee: in attacco, è spuntato il nome del centravanti della Roma, Osvaldo, mentre sulle fasce l'Inter valuta con attenzione Drenthe, ex Real Madrid, e Andrea Dossena.

Milan. Non meno complicata in casa Milan la telenovela Kakà. "Con Florentino Perez parleremo a New York – ha ammesso Galliani – L'acquisto di Kakà per noi è molto difficile perchè guadagna moltissimi soldi, ma è un giocatore che fa parte della nostra storia". L'8 agosto Milan e Real si affronteranno in amichevole a New York e sarà lì che l'ad rossonero cercherà di convincere il presidente del 'club blancò a restituirgli il brasiliano. Il Real, come ricorda la stampa spagnola, non ha nessuna intenzione di svendere il giocatore che, peraltro, ha un ingaggio di 10 milioni di euro. Non è una trattativa semplice, ma secondo 'Marcà alla fine un accordo, tra bonus e clausole,
potrebbe essere raggiunto. Intanto Galliani ha annullato il viaggio in Francia per Yanga-Mbiwa. Niente missione, perchè i rossoneri hanno formalizzato la propria offerta al Montpellier da 6 milioni e non si smuoveranno da questa cifra.