Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nasce il nuovo “Polo Juventus”, gli investimenti immobiliari salgono a 350 milioni

La Juventus sigla uno storico accordo con la Città di Torino per la riqualificazione dell’area della Continassa. La zona a ridosso dello Juventus Stadium entro il 2015/16 ospiterà altri importanti centri nevralgici del club: il nuovo centro d’allenamento della Prima Squadra, la sede sociale, un hotel – che ospiterà anche i bianconeri -, un cinema multisala, un centro wellness e nuove residenze private.

"Quello che sorgerà – ha spiegato Andrea Agnelli – sarà un vero e proprio polo Juventus. Sarà un ulteriore investimento in questa area, un investimento che compreso stadio, museo e Area 12 ammonta a 350 milioni di euro. Un ulteriore passo avanti che ci mette avanti ai nostri competitor italiani e ci permette di colmare il gap con quelli europei. Da sempre qui alla Juventus cerchiamo eccellenza e leadership e questo è sicuramente un progetto di prim’ordine che conferma le nostre ambizioni".



Soddisfazione confermata dall’amministratore delegato Aldo Mazzia. "L’obiettivo di questo progetto è di riqualificare e valorizzare un’area di circa 260mila metri quadri che è attualmente in condizioni di abbandono e degrado. Di questi 260mila, la Juventus eserciterà il diritto di superficie su circa 180mila, mentre i restanti 80mila resteranno nella disponibilità della Città di Torino, mantenendo la destinazione attuale a servizi pubblici che verranno realizzata anche grazie al contributo della Juventus. Quella della Continassa è un’area che sorge in una posizione strategica, a stretto contatto con lo stadio, a pochi chilometri dalla Reggia di Venaria e dal centro di Torino. Per cui crediamo che potrà avere un grande successo l’hotel che verrà costruito e che, oltre ai ritiri della squadra, potrà ospitare tanti tifosi che vengono a Torino per vedere le partite della Juventus".

Per Giuseppe Marotta "la Juventus si conferma punto di riferimento al pari delle migliori società europee. Questo sarà un ulteriore fiore all’occhiello per la preparazione della Prima Squadra e per i ritiri. Con la speranza che passi la riforma delle seconde squadre, nel nuovo training center della Continassa potremo ospitare un gruppo di 40 professionisti d’eccellenza. Il centro sportivo di Vinovo diventerà un polo per tutto il Settore Giovanile. Un luogo che, anche grazie allo Juventus College, permetterà ai 300 ragazzi che le famiglie ci affideranno di potersi allenare, di studiare e anche di vivere grazie alla realizzazione del nuovo convitto".

  • matteo |

    dovrebbe interessare molto la storia dell’ampliamento degli spazi dello JCollege e della costruzione del convitto di vinovo e francamente leggendo il comunicato non ho capito quando , come e con quali soldi verranno fatti questi interventi visto che si parla di ospitare 300 ragazzi per vitto e alloggio, e vivere tutto il giorno praticamente. Penso che per costruire strutture confortevoli e moderne del genere dove tantissimi ragazzi possano vivere bene (strutture del genere all’estero sono costate 50, 60 milioni di euro basti pensare a la nuova Masia di Barcelona o a quella del Manchester city in costruzione) sia una cosa che richieda un massiccio intervento edilizio (a meno che non vogliamo farli vivere nei locali di juvechannel sono ironico ovviamente) anche dal punto di vista finanziario e constatando che si parla di 40 milioni per il centro sportivo e la nuova sede che apparentemente possano sembrare tanti ma non lo sono affatto anzi per me sono abbastanza esigui visto che 10 servono per l’acquisizione dei terreni (considerando che il city ha avviato un progetto del genere dal costo di 100 milioni di sterline e’ vero con 15 campi e uno stadietto di 7 mila posti per l’academy).[u] Penso che per per un edificio che possa far vivere decine anzi centinaia di ragazzi ce ne vogliamo almeno 20,30. [/u].Poi si parla dell’albergo e del centro benessere collegato che la societa’ per voce di Mazzia vorrebbe giustamente suo e ricavarci soldi e non fare l’errore che e’ stato fatto con Area 12, quindi ci vorrebbero altri soldi per costruirlo visto che non e’ una trattori ci vogliono bei soldoni se si vuole farlo bene e non farlo costruire da altri. Un’ultima cosa vedendo la piantina del futuro centro sportivio, non ho capito dove e’ previsto un campo regolamentare al coperto che generalmente e’ previsto sempre nei moderni centri
    Interrogativi a cui magari ci sara’ data risposta, non vorrei che fosse tutto molto fumoso come mi e’ apparso

  Post Precedente
Post Successivo