Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nasce “Juventus Live”: dopo lo stadio di proprietà la società bianconera fa da apripista anche per la creazione dello stadio virtuale

Dopo lo stadio reale (e privato) la Juventus fa da battistrada anche per la costruzione dello “stadio virtuale”. Il club bianconero ha infatti lanciato da poche ore “Juventus Live”, l’applicazione second screen sviluppata nella Silicon Valley da Tok.tv, una società fondata e amministrata da un italiano, Fabrizio Capobianco, che sbarca per la prima volta nel mondo del calcio e che rivoluzionerà il modo di vivere le partite dei tifosi.
Si tratta di un’app, gratuita, che permetterà di creare sul supporto iPad o iPhone una sorta di “curva o tribuna virtuale”, nella quale ciascun supporter juventino potrà invitare altre tre persone, digitando il loro indirizzo e-mail o attraverso il profilo Facebook. In questo spazio saranno rese disponibili tutte le news e le statistiche, prima, durante e dopo il fischio d’inizio e il “Live match”, con la cronaca puntuale di ogni azione, i resoconti e le interviste post partita.
Una mole di informazioni che permetterà di discutere con la giusta documentazione con i propri “compagni di tifo”. L’app infatti consentirà, ovunque ci si trovi, allo stadio, al bar o sul divano di casa, di commentare le azioni e di condividere i cori del tifo bianconero. Inoltre sarà possibile scattare sempre in diretta foto digitali per ritrarre tutti i partecipanti da pubblicare sui social network. Juventus Live è una novità per ora completamente gratuita. Ma non è detto che anche dallo stadio virtuale non possano in un prossimo futuro arrivare introiti “reali” per le casse bianconere.

Tags:
  • luca |

    Lo stadio nuovo per la Juventus si è rivelato un progetto fallimentare visto che rappresenta il principile limite che crea il gat sul fatturato della Juventus rispetto i top club europei

  Post Precedente
Post Successivo